· 

Il bagnetto del neonato

Prima di tutto facciamo chiarezza: il bambino alla nascita non ha bisogno di essere lavato! 
Le raccomandazioni del 2017 dell'Organizzazione Mondiale della Sanità invitano, infatti, ad attendere almeno 24 ore prima di lavare il neonato, se proprio è necessario farlo. Appena nato, è sufficiente che il bimbo sia asciugato e tamponato con un panno tiepido, senza sfregare, in modo da non asportare totalmente la patina biancastra che protegge la sua pelle. Si tratta della vernice caseosa, costituita di lipidi, proteine speciali e potenti sostanze anti batteriche che proteggono la delicata pelle del bambino dalla disidratazione e dagli agenti patogeni esterni. Non si dovrebbe privare il bimbo questa barriera speciale che gli regala la natura. È vero: non tutti i punti nascita hanno già abbandonato la vecchia consuetudine di andare subito al lavaggio, ma ogni mamma può richiedere che il proprio bambino non venga lavato almeno nelle prime 6 ore dopo il parto e sicuramente non nelle prime 2..

 

E una volta a casa? A casa e nei primi mesi il bagnetto dovrebbe essere semplicemente un dolce rituale, una coccola senza bisogno di spugne e saponi né tanto meno di strofinare il bambino. Per evitare che il vostro bimbo pianga e regalargli un'esperienza di puro relax, potreste provare a immergerlo in acqua a 37, ben avvolto da un asciugamano o telo morbido, in modo che si senta contenuto e che si ricordi della sensazione familiare e rassicurante che provava in utero. Il bagnetto può durare fino a che il bimbo è rilassato e, volta uscito dall'acqua e coperto con un asciugamano asciutto, si può provare a proporgli il seno per una bella poppata. Per molti bimbi è un'ottima strategia per qualche ora di sonno profondo. 


DOVE SIAMO

Studio Ostetrico

ArteOstetrica Padova

Via T. Aspetti 170 Padova

info@arteostetricapadova.it

SEGUICI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER