· 

Preparare il perineo al parto

Come, quando e perché

La trasformazione del corpo per il passaggio del bambino è un processo sorprendente, che meraviglia e spaventa allo stesso tempo tutte le donne in gravidanza.

Prima di tutto è importante sgombrare la mente dai racconti più o meno allarmanti di amici e conoscenti e iniziare a porre buone basi per la propria esperienza di parto. Fiducia e bassi livelli di stress permettono al corpo di aprirsi e di lasciarsi andare. Tensioni e timori portano invece a chiusura. Ascoltare il corpo, muoverlo dolcemente in gravidanza aiuterà a coltivare fiducia sulle sue capacità. 
Sì, quindi, a movimenti elastici e fluidi di bacino e schiena, no a rigidità e staticità, posture scorrette e troppo sedentarie che possono portare contratture pelviche. 
Sì alla sessualità in gravidanza, che contribuisce a mantenere elasticità e tono del perineo oltre che contatto positivo col corpo e l'intimità, rafforzando il rapporto col partner. 
Sì alle pratiche di rilassamento e visualizzazioni specifiche del perineo, che inducono respirazione profonda e consapevole. 
Sì, infine, al massaggio del perineo a partire dalle 32-34 settimane di gravidanza. Uno strumento valido, accessibile a tutte col semplice uso delle mani, la cui efficacia nel preservare il perineo è unanimemente affermata dalla scienza. Può essere eseguito anche dal partner, abbinato all'uso di un buon olio naturale di mandorla o iperico. Migliora elasticità delle fibre muscolari e ossigenazione dei tessuti. 

 


DOVE SIAMO

Studio Ostetrico

ArteOstetrica Padova

Via T. Aspetti 170 Padova

info@arteostetricapadova.it

SEGUICI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER