· 

Gravidanza e social media

Gravidanza e social media

All'epoca di oggi e in questi giorni in modo particolare i social rendono pubbliche le vicende private e familiari dei personaggi famosi, gravidanze, parti e allattamenti compresi.
Donne sempre bellissime e attive mostrano la loro gravidanza felice. Certamente, comparire in foto è il loro lavoro. Potremmo innanzi tutto chiederci se essere sempre alla ribalta e pronte all'obiettivo fotografico lavorando fino a termine gravidanza sia davvero uno stile di vita fonte di salute e di buon accrescimento del bambino in utero. La gravidanza non è una malattia, è vero, ma la necessità di rallentare i ritmi lavorativi sia fisici che mentali è fondamentale per il benessere di mamma e bimbo. Essere sempre pronte, efficienti e belle non è sinonimo di buona gravidanza o di modello da imitare.
Oltre a questo, vedendo le foto dei vip in cliniche miliardarie oltre oceano, spesso si sente dire: "loro possono perché sono ricchi, loro possono avere l'assistenza migliore!". Siamo davvero sicuri che sia questo a garantire la migliore assistenza al parto? Bisognerebbe interrogarsi su quali sono gli elementi e le basi su cui poggia una buona assistenza in gravidanza e nel parto, per scoprire che la salute si fonda su scelte che ogni mamma può fare.
Alle mamme e a noi tutti che guardiamo a social e web: buon senso e un pizzico occhio critico non guastano!