· 

Il concetto di piacere

Fin dai primi giorni di vita il neonato quando poppa al seno della mamma prova una profonda gratificazione che non è legata solo al nutrimento fisico ma anche emotivo e sensoriale. Crescendo poi  vivrà molte esperienze cercando di ripetere quelle che gli daranno piacere ed evitando quelle sgradevoli.

Il piacere diventa quindi una guida per conoscere il mondo e per difendersi da ciò che per noi potrebbe essere dannoso.

Eppure se entriamo nell’ambito della sessualità, soprattutto quella femminile, sembra che il concetto del piacere sia annebbiato da una serie di pregiudizi che portano a non considerarlo elemento fondamentale per vivere al meglio e consapevolmente le proprie esperienze.

Andare ad analizzare da dove deriva questo approccio significherebbe percorrere secoli di cultura patriarcale in cui un ruolo incisivo è stato ed è giocato dalla religione.

Riconosciamo ed accettiamo più facilmente la dimensione del dolore mentre quella del piacere è spesso associata a sensi di colpa. 

Spesso i messaggi che riceviamo fin dalla più tenera età sono negativi rispetto alla libertà di conoscere ed esplorare il proprio corpo. Spesso mancano le informazioni più basilari rispetto anche alla semplice anatomia della parte genitale e questo vuoto rende difficoltoso l'orientamento e la consapevolezza della propria fisicità e i messaggi che il corpo è in grado di trasmetterci.

Le sensazioni vengono soppresse, di conseguenza le emozioni: e quando si vogliono soffocare le emozioni si trattiene il respiro. Così il corpo diventa meno ossigenato, più rigido, il sangue circola meno e si creano congestione e tensione muscolare: gradualmente si perde contatto con la parte più intima e profonda, non la riconosciamo, non la integriamo nella nostra mappa corporea cerebrale, di conseguenza non la sappiamo usare consapevolmente. 

Tutto ciò si può tradurre in disturbi fisici della sfera urogenitale e sessuale femminile: dolore ai rapporti sessuali, difficoltà a raggiungere l'orgasmo, dolori mestruali, ma anche incontinenza urinaria, cistiti ricorrenti ecc.

Non possiamo quindi promuovere e sostenere la salute femminile senza dare il giusto valore alla consapevolezza del proprio corpo e riconoscendo che il piacere ci guida al nutrimento non solo fisico , ma anche psichico ed emotivo.


DOVE SIAMO

Studio Ostetrico

ArteOstetrica Padova

Via T. Aspetti 170 Padova

info@arteostetricapadova.it

SEGUICI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER