· 

La VISITA OSTETRICA in gravidanza: Auscultazione del battito e palpazione.

Durante la visita, dopo la prima fase di accoglienza e ascolto, l'ostetrica si dedica a recuperare tutti dati clinici utili. Per fare ciò si avvale di diversi strumenti: la cartella clinica in cui annota peso, pressione e i dati relativi alle eventuali analisi di laboratorio, le sapienza delle mani e il metro per misurare la crescita del pancione. L'ostetrica, inoltre, si dedica con attenzione all'ascolto del battito cardiaco del bambino e lo fa con uno strumento speciale, di solito in legno, chiamato stetoscopio di Pinard. Dopo aver palpato il pancione e individuato dove si trova il bambino, l'uso di questo oggetto particolare le permette non solo di sentire la frequenza del battito, ma anche di sentirne il tono e l' intensità diversi in base alla zona della pancia in cui lo appoggia, raccogliendo in questo modo importanti dati clinici sulla posizione del bambino rispetto alla mamma. Queste informazioni, associate alla palpazione dell'utero, permetteranno di dare alla mamma delle indicazioni precise per favorire il corretto posizionamento del suo bambino a termine di gravidanza.
La conoscenza, coltivata visita dopo visita, di quella speciale unica coppia mamma-bambino, rende unico e personalizzato il percorso di preparazione alla nascita con l'ostetrica. 

Valeria Gianni e Marzia De Franceschi


DOVE SIAMO

Studio Ostetrico

ArteOstetrica Padova

Via T. Aspetti 170 Padova

info@arteostetricapadova.it

SEGUICI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER